Un piede

maxresdefault.jpg

Prepotentemente ritenuto dentro quell’angusta e umida sacca, non perdeva occasione per rivendicare il diritto di rivedere la luce del sole.

E così si impegnava a sudare, sudava copiosamente, perché sapeva che in tal modo, prima o dopo, un minuto d’aria gli sarebbe stato concesso.

Spurgava via tutto il sudicio che portava dentro, corroborato dalla sfrenata voglia di liberarsi a furia di unghiate da quel calzino maledetto.

Ahi miseria! Com’è dura la vita di un piede ai climi freddi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...