Auguri

vvv2

E’ un disegno,

l’ho fatto per mia nonna, o meglio, quello che regalerò a lei è una versione modificata: al posto del volto del ragazzo, quello di mia nonna, invece del gatto nero, un cane bianco, e sotto la scritta “Auguri” (compie 92 anni).

Questa è la versione “lascia che venga fuori quel che vien fuori”.

Spesso mi si chiede che cosa vogliano dire i miei disegni. Non lo so. Mai.

So solo che a volte mi sento completamente inadeguata, dovrei contenermi, limitarmi, ma se mi sforzo e mi dò un contegno poi non mi sento appagata. E mi annoio.

E’ dura. Tante energie impiegate per cercare di districare la matassa ma mi appare tutto sempre più confuso.

7 pensieri riguardo “Auguri

  1. Che bello! Ho ben presente la sensazione che hai scritto in fondo… ma persevera, ne vale la pena! Nel tempo ho capito che anche ogni minimo sbaglio e scarto serve ad affinare ciò che sarà poi! Quindi i momenti di sconforto creativo non solo sono inevitabili, ma necessari! 😊
    E sapere il significato di ciò che crei non è importante, viene fuori da sé per ognuno… e l’artista è solo un tramite, non deve spiegare tutto secondo me 😀

    Piace a 1 persona

    1. Hey ciao Sara, grazie delle tue parole.
      Lo sconforto di cui parlo, in realtà, più che uno sconforto creativo, è quello generale della vita di (quasi) tutti i giorni.
      Però il parallelismo è super azzeccato.
      Forse l’ho scritto proprio per quello, forse no, non so bene neanche questo.
      Nella vita vorrei essere completamente me stessa e sto facendo un lavoro da anni in questa direzione, a parte che trovo ancora difficile liberarmi completamente da tutte le inibizioni che mi ponevo in passato, alle volte mi vengono dubbi che dei freni siano necessari per benestare e convenga tenerseli. Ma viaggiare col freno tirato mi annoia a morte.

      Piace a 1 persona

      1. Ciao!! ^_^ Figurati! Mi fa piacere che il discorso sia adatto anche alle altre dinamiche, non solo artistiche 🙂
        Ci tengo un sacco a questi argomenti, proprio perché sono difficili e apparentemente senza uscita, o in continuo mutamento… perciò vanno accettati alla base secondo me, perché sono sempre presenti.
        E’ difficilissimo, ti capisco, anch’io nonostante vari cambiamenti positivi sento che alcune cose continuano a logorarmi come inconsciamente, a prescindere… proprio per questa difficoltà estrema credo che la cosa meno stressante sia farci un po’ pace, come dicevo anche poco sopra 😛
        Riguardo ai freni, dipende da cosa vorresti fare e ti precludi… oppure se ti precludi qualcosa ora non per forza è un errore, magari non è semplicemente il momento ora, chissà, o ci possono essere tante altre motivazioni!
        La mia filosofia è che se una cosa dovrà accadere accadrà, e scatterà il meccanismo giusto al momento giusto ^_^

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...