Scritto nel 2015

Il cielo sopra la tua testa, il terreno sotto i tuoi piedi, nulla è stravolto.
L’aria ha un odore che ti aspetti,
le delusioni le conosci, le gioie anche,
non attendi sorpresa, il velo di Maya è stato svelato.

Mano a mano tutto acquisisce lo stesso sapore,
il rumore di fondo si fa sentire, monotono.
E impari a svincolarti dai sensi.

Come un osservatore osserverebbe la vita di un animale in gabbia,
tu osservi la tua.
Conquiste e sconfitte, paura, dolore, gioia ed esaltazione, li osservi passare,
ieratico e inamovibile, nell’accettazione del tuo essere quel che sei.

L’impalpabile intuizione della trama che sostiene la vita.

Un pensiero riguardo “Scritto nel 2015

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...